Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkdin
Hide Buttons

Tra mare cristallino e paesaggi mozzafiato: la Calabria da scoprire

Intervista a
mancuso
avv. Giuseppe Mancuso 

Praialonga, una perla incastonata tra le coste ioniche della provincia crotonese per una vacanza indimenticabile

La Calabria risulta essere una meta ambita di vacanze, in considerazioni delle bellezze naturali e paesaggistiche che la contraddistinguono. Praialonga si colloca tra le località più gettonate, e l’omonimo villaggio da lei diretto rappresenta un’eccellenza in termini di accoglienza turistica, servizi e qualità offerti. Ce ne parli.

Il tipico tramonto praialonghese

Il tipico tramonto praialonghese

Praialonga è nata come insediamento turistico residenziale per poi diventare dimora fissa per molti, affascinati probabilmente da quell’armonioso legame con la natura in cui l’insediamento, seppur di dimensioni importanti, è perfettamente immerso. Da questo insediamento ha preso denominazione la località, ubicata in una baia sita nel comune di Isola di Capo Rizzuto (KR), ben collegata ai capoluoghi di provincia Crotone e di regione Catanzaro ed alle splendide montagne della Sila, caratterizzata da un imponente quanto incontaminato parco nazionale floro-faunistico e da attrezzate stazioni sciistiche, raggiungibile in soli 45 minuti. Praialonga è incastonata tra le ultime scogliere a sud di Le Castella, le lunghissime spiagge di Cutro (ecco perché il nome Praialonga: spiaggia lunga) ed i calanchi di argilla azzurra che caratterizzano tutto il territorio e che garantiscono rilassanti sedute di fanghi naturali, sciolti dal naturale ondeggiare dell’acqua cristallina. Le sua realizzazione ebbe inizio a cavallo degli ultimi anni ‘60 e l’inizio degli ‘80 come “gesto d’amore” da parte del costruttore originario, il quale incantato dal luogo fece ideare ad uno dei migliori progettisti dell’epoca un’opera di circa 360.000 mq perfettamente integrata alla natura, contribuendo, anzi, ad irrigoglirla con la creazione ex novo di una splendida pineta lungo tutto il perimetro prospicente il mare e che ancora oggi, nonostante la difficile manutenzione dovuta anche ai suoi 40 anni ed alla crisi, resta incantevole.

Il-Villaggio-incastonato-tra-la-vegetazione

Il Villaggio immerso tra la vegetazione

Sarà l’anzidetta pineta, nata dalla semina di singoli pinoli, che insieme alla vegetazione mediterranea costituisce il polmone verde e climatico del villaggio, sarà il tufo giallo ed il mattonato che caratterizzano l’intero villaggio, sarà l’acqua limpidissima dell’area marina protetta, saranno le decine di eventi di richiamo nazionale che ci hanno visto protagonisti, piuttosto che l’animazione variegata che ha ospitato persino i personaggi del Bagaglino e dello Zelig, e financo un intero circo acquatico, a rendere indimenticabile un soggiorno qui. O più semplicemente le persone che hanno popolato negli anni il Villaggio creando una vera e propria comunità estiva dalle molteplici culture ed estrazioni sociali, che, per dirla alla Totò, vengono “livellate” da un costume e da un paio di infradito… Tutto ciò, unito alla magia che solo quei tramonti obliqui tra mare e montagna dal colore unico misto tra il rosso ed il viola e le notti iperstellate sanno regalare – sensazioni impensabili per chi vive durante l’anno in città – fa sì che anche il visitatore di una stagione venga letteralmente conquistato e diventi così un habituè di un posto che tra gioie e dolori rimane unico.  Buona estate a tutti!     

Veduta-panoramica-di-Praialonga-e-della-sua-spiaggia

Veduta panoramica di Praialonga e della sua spiaggia

       

A cura della redazione