Show Buttons
Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkdin
Hide Buttons

Non si può essere leader senza emozioni

Un leader è tale se ha seguaci, se ha persone che ne riconoscono il valore, se ottiene consensi. Senza la capacità di persuadere e senza saper coinvolgere gli altri, la leadership non si acquisisce. Un leader che nasconde le proprie emozioni nel tentativo di mantenere il controllo e apparire forte, di fatto diminuisce il consenso e quindi la capacità di ottenere feedback e controllo, interrompe il flusso di interattività che genera il fondamentale collegamento tra lui e gli altri.
Un leader non nasconde le emozioni, le gestisce e sa che l’unico modo per evitare un conflitto è proprio quello di dichiararlo.
Essere leader significa gestire al meglio i pazienti e sia il dentista che il suo team devono esserlo. Imparare ad essere leader si può e si deve, fa parte della professione ed al tempo stesso è la massima espressione del ruolo che rappresenta la “figura terapeutica” del professionista della sanità per i pazienti. È la figura del medico che principalmente cura il paziente e, più di ogni altra strategia di marketing, che genera la vera strategia di successo nel tempo. Le relazioni e la fiducia tra medico e paziente sono la parte più delicata e fondamentale per il successo professionale.

prof. Antonio Pelliccia