Management odontoiatrico – Il punto di vista

Risponde il
Foto-Antonio-Tafuri
Dr. Antonio Tafuri
Consigliere d’Amministrazione ANDI Servizi – Segretario Sindacale Regione Abruzzo – Presidente ANDI Pescara

Dr. Tafuri, l’attenzione che ruota attorno al marketing e al management in ambito odontoiatrico cresce sempre di più, a dimostrazione di quanto tali temi siano sentiti da parte dei professionisti. Qual è il suo punto di vista al riguardo?
In ambito odontoiatrico l’interesse su come ottimizzare la gestione di uno studio e su come fidelizzare il paziente è argomento molto sentito soprattutto in un periodo di forte recessione come quello attuale, in cui dietro alla parola “crisi” si nascondono profondi cambiamenti della società, capaci di stravolgere nel cittadino la scala delle priorità. La grande paura generatasi da una situazione socio-economica instabile ha determinato un generale stato d’ansia da “sindrome della poltrona vuota”, che ha attivato una serie di meccanismi spontanei di sopravvivenza, i quali, se non ben controllati, rischiano di peggiorare una situazione non florida, anziché migliorarla. È importante quindi che le scelte quotidiane, cliniche e gestionali, affrontate dall’odontoiatra, siano ben ponderate e soprattutto dettate e “suggerite” da consulenti specialisti del settore. Da Consigliere d’Amministratore di ANDI Servizi posso affermare con orgoglio che la necessità di affiancare e supportare quotidianamente gli odontoiatri soci nelle loro scelte gestionali, con servizi e consulenze, è stata da sempre una delle priorità di ANDI, in considerazione del fatto che, al di là di ogni diversità di pensiero, lo studio odontoiatrico rappresenta sempre più una sorta di “microimpresa”, e che come tale va gestito. Sono convinto che un’attenta programmazione e gestione dello studio non può che portare vantaggi e miglioramenti all’attività quotidiana, con l’obiettivo rivolto ad una futuristica visione poli-specialistica della professione, già sperimentata in ambito medico, che consentirebbe di focalizzare sempre più l’interesse sulle problematiche del paziente, adeguando così l’odontoiatria al cambiamento dei tempi. 

Il prof. Antonio Pelliccia durante il Corso dal titolo "Ottimizzazione del rapporto dialogico nell’ambito della relazione medico-paziente" tenuto lo scorso 22 giugno a Pescara.

Il prof. Antonio Pelliccia durante il Corso dal titolo “Ottimizzazione del rapporto dialogico nell’ambito della relazione medico-paziente” tenuto lo scorso 22 giugno a Pescara.

A cura della redazione