Internet come partner: più lo conosci e più lo usi

A cura del
foto-Gian-Paolo-Pinton
dr. Gian Paolo Pinton
Massmediologo
esperto di marketing relazionale

Più o meno tutti oramai sappiamo di cosa si tratta quando parliamo di Internet. Il bello viene quando ci poniamo una domanda del genere: come possiamo interagire al meglio con Internet nella nostra professione?
La prima cosa che possiamo dire è che siamo già in una nuova epoca di Internet. Fino a ieri parlavamo di web 1.0 e oggi si parla già di web 3.0. Ovviamente in mezzo c’è il web 2.0, e proprio di questo voglio parlarvi.
La sostanziale diversità che segna le due “epoche” di Internet sta nel fatto che il web 2.0 significa che ognuno di noi non usa più solo la rete, come si faceva con il web 1.0, ma ciascuno è diventato la rete. Ognuno di noi è “dentro la rete” e condivide la stessa con altre comunità di internauti. Detta così sembra una cosa da niente, ma se pensiamo bene possiamo immaginarci come astronauti nello spazio cosmico. Questo è il paradigma dominante della nostra epoca: internet = spazio cosmico virtuale. Vorrei ragionare su come si è evoluta la comunicazione e come, in breve tempo, sia radicalmente cambiata la relazione emozionale nel campo delle professioni mediche altamente specialistiche come quella del dentista.
Fino a ieri la miglior pubblicità per un dentista veniva fatta dal passaparola dei pazienti. Un’antesignana forma di “viral marketing” che molti dentisti ben conoscono. Infatti la rete “enfatizza e valorizza le relazioni sia quelle nascoste che quelle invisibili”, così sostiene Claudia Zarabara, uno dei maggiori esperti italiani di social network. E a tal proposito, vi voglio parlare del social più conosciuto: Facebook. Questo geniale strumento digitale ha delle caratteristiche straordinarie: è economico, consolidato, internazionale, facilissimo da usare, molto semplice da aggiornare, indicizzato dal più grande motore digitale di ricerca Google, ed è diffuso anche sulla telefonia mobile. Si tratta di uno strumento eccezionale per farvi conoscere nel territorio, efficace per mantenersi in contatto con i clienti acquisiti, utile per consolidare la fidelizzazione. In più è una piattaforma virtuale condivisa per indurre i clienti che vi seguono su Facebook a condividere i vostri post con i loro amici (viral marketing) e quindi a parlare di voi.
È importante però seguire alcune regole quando si decide di entrare a far parte di questo “mondo nuovo”. Il contenuto e la forma del messaggio sono il vero valore sul quale porre la massima attenzione. Il testo deve saper descrivere e offrire un servizio comunicato professionalmente (nel linguaggio, nella chiarezza e nella brevità). Non deve essere fatto sotto forma di pubblicità, non deve avere valore di supporto tecnico-esplicativo, ma deve essere costruito sottoforma di dialogo, deve contenere ragionamenti su soluzioni possibili e deve comunicare ponendosi in posizione di ascolto delle osservazioni conseguenti. Se il testo non viene costruito in questo modo, si corre il rischio concreto di bruciare la reputazione del professionista. Per dirvi quanto sia affascinante e ancora molto sconosciuto il mondo di Internet, vi riporto alcune informazioni originali che rappresentano differenti funzioni e utilizzi di Internet. Prendiamo come unità di tempo un giorno (24 ore complete). Sono quasi 200 milioni gli utenti unici di Facebook, quasi 300 milioni quelli di Twitter, quasi 25 milioni di Linkedin, 22 milioni di Google+ e oltre 18 milioni di Pinterest. Gli status di aggiornamento nei diversi social network sono quasi 550 milioni. Quasi 600 milioni i minuti di conversazione (audio e video) su Skype. Più di un miliardo le ricerche effettuate sul motore Google. Oltre 400 milioni i cinguettii sul social network Twitter. E ancora, sono quasi 300 miliardi le email inviate, e quasi 900 mila le ore di video caricati su YouTube! Più di 350.000 gli IPhone venduti. Le nuove applicazioni che vengono create per gli smartphone sono circa 1300. Finisco con un dato curioso: è di circa 15 minuti il tempo medio di navigazione sui siti a luci rosse.
Non posso aver dubbi come massmediologo: i social network sono la nuova frontiera per ogni professione di successo.