News

L’importanza del Marketing Etico per i Professionisti del Sorriso

foto gio nuova

 

del Dr. Giovanni Barbagallo,

Non avevamo dubbi nel ritenere che la scelta dell’argomento “Marketing etico” richiamasse l’interesse di molti odontoiatri. La scelta di un relatore come il Prof. Antonio Pelliccia, di indiscussa competenza in merito all’argomento, ha completato il mix per un evento molto apprezzato dalla platea, che resterà impresso nella memoria dei presenti come uno degli eventi più interessanti degli ultimi anni. Questa la breve sintesi dell’incontro di Sabato 10 Ottobre 2015 nella cornice dell’ Hotel Plaza di Catania. La partecipazione è rimasta alta anche durante la tavola rotonda dal titolo “L’immagine dell’Odontoiatra nell’era della moderna comunicazione.foto tavolo presidenza Il valore sociale reale dell’Odontoiatra rispetto al valore percepito”. Condivise le affermazioni ed i concetti formulati dal Prof. Pelliccia nel corso della giornata, gli intervenuti alla tavola rotonda, moderata dal Dr. Ezio Campagna si sono alternati nell’esprimere i diversi punti di vista delle istituzioni da loro rappresentate. Massimo comune denominatore degli interventi, il consapevole riconoscimento che l’esercizio della professione odontoiatrica, nel tempo è andato modificandosi così come si è modificato il rapporto tra il medico ed il paziente. Il facile accesso ad una maggiore quantità di informazioni e quindi la maggiore consapevolezza del paziente sulle molteplici possibilità di cure, ha ridotto il divario antico esistente tra il Dentista ed il proprio assistito. Il paziente oggi rivendica, a giusto titolo, il proprio diritto di scelta all’interno delle proposte terapeutiche, rendendo il rapporto con il proprio Dentista duale e simmetrico. Pertanto è compito del sanitario acquisire un bagaglio di conoscenze che vadano oltre la semplice clinica, eProf Pelliccia Marketing Etico Professionisti del Sorriso Ottobre 2015  comprendano anche conoscenze di tipo psicologico, relazionale, comunicazionale ed umanistico. Questa esigenza è oggi sentita da tutta la categoria medica e non solo odontoiatrica.

A riprova di quanto affermato, riporto i principi efficacemente esposti da Herbert Paul Grice, filosofo inglese, scritti in un interessante documento del Ministero della Salute, pubblicato nel Maggio 2015 dal titolo: “Comunicazione e performance professionale: metodi e strumenti. Primo Modulo. Elementi teorici di comunicazione”.

  1. Massima della Qualità: Sii sincero, fornisci informazione veritiera, secondo quanto sai (non dire cose false ne che non si possono provare)
  2. Massima della Quantità: Fornisci l’informazione necessaria, ne di più, ne di meno (il contenuto deve soddisfare la richiesta di informazioni)
  3. Massima della Relazione: Sii pertinente (fornire contenuti pertinenti e contestualizzati)
  4. Massima del Modo: Sii chiaro (evitare oscurità di espressione e ambiguità, essere brevi, procedere in modo ordinato).

In tutto ciò, la conclusione cui si è giunti alla fine dell’intensa giornata congressuale è stata quella di promuovere l’immagine dell’Odontoiatra quale Educatore alla salute orale, riconciliandosi con il proprio ruolo di esercente una professione di alto valore sociale eletta già dagli antichi al rango di ARTE MEDICA.

Nuove Autorizzazioni Sanitarie nel Lazio: il commento del Segretario sindacale Andi Roma

“E’ stata finalmente recepita da parte delle autorità della Regione Lazio la forte domanda proveniente dalla professione medica ed odontoiatrica  di rendere più flessibili le possibilità di svolgimento della libera professione rispetto a quanto finora previsto e consentito nel regolamento autorizzativo regionale fino a ieri in vigore,- afferma il Dott. Carlo Ghirlanda, Segretario sindacale di ANDI ROMA – mantenendo inalterata la primaria necessità della norma, che  è la sicurezza del paziente. Il risultato ottenuto è una risposta positiva e concreta alle gravi difficoltà di svolgimento delle attività professionali, in grave crisi a causa del difficilissimo momento economico. Si tratta di un successo ottenuto  grazie al continuo ed unitario impegno di Ordine e sindacato ,che tanto si sono prodigati nel sostenere le ragioni della professione. Continueremo tuttavia a lavorare con gli uffici della Regione per migliorare le procedure di verifica dei requisiti autorizzativi da parte del personale delle  ASL,  pur avendo già avuto riconosciuto il diritto di ANDI , con propri rappresentanti, ad essere presenti nel corso delle visite ispettive a supporto del socio ANDI”.

Enpam presenta il BILANCIO SOCIALE

Pres1 Vice

Presidente Empam Oliveti e Vice Presidente Malagnino

Sostenibilità e sicurezza, welfare di categoria, gestione del patrimonio e sostegno al Sistema Italia. Sono le quattro sfide affrontate dall’Enpam, ente di previdenza e assistenza dei medici e dei dentisti, raccontate e rendicontate nel Bilancio sociale 2014  che è stato pubblicato oggi. Il documento, di 120 pagine, racconta con numeri e fatti il modello di welfare costruito dalla Fondazione e spiega come l’Enpam sia in grado di reggere le sfide dei nuovi scenari economici e demografici. “Il nostro obiettivo è di dare un futuro in sicurezza a tutti i nostri iscritti – dichiara il presidente dell’Enpam Alberto Oliveti –  ed è sostanziato da 4 punti fermi: una sostenibilità dimostrata, la possibilità di dare un’assistenza strategica non più solo nei momenti eccezionali di bisogno ma anche durante la formazione e la vita professionale, inoltre la garanzia che il nostro patrimonio è gestito in maniera sicura, redditizia e duratura e con competenze e procedure che si ispirano alle migliori pratiche internazionali.” “Il quarto nostro punto fermo – continua Oliveti – è quello di fare investimenti che siano utili anche al nostro Paese come quelli per potenziare l’assistenza sul territorio, per sviluppare la ricerca e promuovere corretti stili di vita, che è il presupposto indispensabile affinché si consumi sanità solo laddove occorre. In un momento in un cui si discute molto di appropriatezza, penso che questi nostri obiettivi strategici di investimento abbiano il loro perché.”

QUALCHE NUMERO
Il bilancio sociale scatta una fotografia aggiornata della categoria: i medici e i dentisti attivi sono 356.375 mentre sono 95.428 i pensionati. In crescita il numero delle donne medico, che nella fascia di età inferiore ai 39 anni superano gli uomini (49.767 di contro a 32.719). Dal punto di vista previdenziale si mostra uno scenario in cui il saldo tra i contributi versati dagli iscritti, il rendimento del patrimonio e i costi delle prestazioni previdenziali e assistenziali erogate è sempre positivo per il prossimo mezzo secolo, con un patrimonio stimato nel 2060 a circa 100 miliardi.  Per quanto riguarda l’assistenza sono più di 1.500 i medici e i dentisti che nell’ultimo anno hanno usufruito dei sussidi assistenziali dell’Enpam, la quota maggiore – quasi mille – ha fatto richiesta di sussidi straordinari. Ma il bilancio illustra anche gli ambiti verso i quali la Fondazione sta estendendo la sua attività, come la concessione di mutui agevolati agli iscritti. Nel capitolo del contributo al Sistema Italia si fa il punto sugli investimenti socialmente responsabili di tipo “Mission Related”, come 150 milioni di euro destinati alla ricerca  e 25 milioni impegnati nel mondo delle residenze sanitarie assistenziali. Il Bilancio sociale dell’Enpam è redatto secondo gli standard e le linee guida del Global Reporting Initiative (Gri), l’organizzazione no-profit che stabilisce i criteri più diffusi al mondo per la rendicontazione della sostenibilità.
Consulta il documento (BILANCIO-SOCIALE-Ed2014)

Reuterin OS® al Congresso Il Chirone 2015: grande interesse per la Batterioterapia

Si è svolto a Roma nella splendida cornice della “Sapienza”, Università di Roma, l’8th International Meeting Accademia Il Chirone. Tema portante delle due giornate l’Igiene orale, intesa come premessa fondamentale al mantenimento di un benessere generale che vede coinvolti tutti i distretti dell’organismo. Tanti gli ospiti presenti, oltre a relatori illustri quali Ugo Covani, Walter Willet, Gianna Maria Nardi, Antonio Pelliccia, Felice Roberto Grassi. Grande interesse ha suscitato anche la relazione della Dott.ssa Rossella Restignoli, la quale ha esposto i capisaldi della BATTERIOTERAPIA, il nuovo approccio naturale e sicuro per ripristinare IMG-20150919-WA0008una microflora orale sana ed equilibrata. «Batterioterapia vuol dire PROBIOTICI, cioè “batteri buoni” – afferma la Dott.ssa Restignoli – che, assunti in adeguate quantità, si integrano al biofilm normalmente presente su denti, gengive, palato, lingua, e producono sostanze antimicrobiche in grado di contrastare la crescita dei batteri patogeni associati alle più comuni patologie del cavo orale, quali gengivite, carie, alitosi, parodontite». Dunque un’alternativa, quella dei probiotici, in grado di migliorare notevolmente i risultati clinici del professionista odontoiatra e di rendere al contempo il paziente più soddisfatto del trattamento ricevuto. Ma quale probiotico utilizzare? «Oggi in Italia è disponibile REUTERINOS® (Noos S.r.l.) – spiega Rossella Restignoli – il probiotico documentato per il benessere del cavo orale. ReuterinOS® contiene una combinazione brevettata di due ceppi di Lactobacillus reuteri (DSM 17938 e ATCC PTA 5289), che ha dimostrato in numerose pubblicazioni scientifiche internazionali di essere efficace e sicura nel trattamento delle patologie orali».IMG-20150919-WA0000 L.reuteri DSM 17938, infatti, produce la “reuterina”, un antimicrobico naturale, che inibisce la crescita dei patogeni. L. reuteri ATCC PTA 5289, invece, riduce l’infiammazione bloccando la produzione di TNF-alfa. Ad oggi sono disponibili ben 18 studi clinici, la maggior parte pubblicati in riviste peer-reviewed, che hanno coinvolto più di 900 pazienti e che hanno confermato gli effetti benefici di questa associazione probiotica in soggetti affetti da carie, gengivite, alitosi, parodontite, mucosite e candidosi. In definitiva, al di là delle già conosciute applicazioni in ambito gastroenterologico, oggi i probiotici dimostrano di poter essere anche un utile ausilio in associazione ai più comuni trattamenti parodontali.

8th International Meeting Accademia Il Chirone: una corretta igiene orale per migliora il nostro stile di vita

Il prossimo 18 e 19 settembre 2015 si terrà l’8th International Meeting dell’Accademia Il Chirone. Con lo slogan “Una porta verso il benessere” quest’anno il Congresso avrà come tema centrale “Il ruolo chiave dell’Igiene Orale nella pratica della Medicina dello Stile di Vita”. Anche quest’anno l’appuntamento avrà un alto valore scientifico e punterà i riflettori su relatori di primo ordine del mondo dell’Odontoiatria nazionale ed internazionale ed avrà il suo consueto ospite d’eccezione, Gigi Proietti, maestro nell’arte del sorridere e che spiegherà come il buonumore faccia bene alla salute psicofisica in generale.

L’Accademia di Studi “Il Chirone” nata nel 2008 per promuovere e coordinare lo scambio di conoscenze e le informazioni in merito alla Salute del Cavo Orale tra le varie figure professionali e branche della Medicina, della Ricerca, della Tecnologia nel suo progressivo crescendo, e grazie ai risultati ottenuti in 10 anni di ricerche, ha costantemente allargato i propri orizzonti accogliendo in seno a se stessa delle tematiche sempre più innovative e approfondite riconoscendo in esse l’importanza fondamentale per il perseguimento della Salute globale della Persona in cui la Salute del Cavo Orale rappresenta una porta di accesso. Durante il Meeting verrà presentato il nuovo percorso accademico specifico di Alta Formazione Post-Laurea “Oral Hygiene and Health Sciences. The Lifestyle Medicine” organizzato dal Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo-Facciali della Facoltà di Medicina e Odontoiatria – Università “Sapienza” di Roma in collaborazione con il Lifestyle Medicine Institute della Harvard Medical School e nato grazie al supporto delle organizzazioni scientifiche internazionali come GLMA Global Lifestyle Medicine Alliance, ACLM American College of Lifestyle Medicine, ESLM European Society of Lifestyle Medicine proprio a sostegno della divulgazione e condivisione della pratica clinica della Lifestyle Medicine sulle basi delle evidenze scientifiche e sulla scia degli esempi universitari internazionali. La Lifestyle Medicine concentra il suo impegno nel: preservare la Salute ed il Benessere promuovendo Stili di Vita salutari; modificare i comportamenti non salutari (dieta malsana, eccesso di introito calorico, inattività fisica, fumo di sigaretta), ed i biomarkers legati al rischio (lipidi ematici, ipertensione arteriosa, iperglicemia, obesità); combinare strategie di promozione della salute sia individuali che collettive così da indirizzare la maggioranza del pubblico verso un livello più elevato di salute e di benessere.

Nel Programma fitto di interventi vogliamo segnalarvi per il venerdì 18 settembre: alle 09.15 Presentazione degli obiettivi formativi da parte del Prof. Covani e della Prof.ssa Gianna Maria Nardi, Coordinatore Scientifico del Meeting. Alle ore 9.20 Lectio Magistralis “Il sorriso come porta verso il benessere” di Enrico Alleva, mentre alle 10.00 Lectio Magistralis “Diet and Health: A Progress Report” del Prof. Walter Willet (Boston – USA). Alle 11.30 l’intervento di Gigi Proietti, mentre dalle 15.30 si terrà la relazione del Prof. Antonio Pelliccia dal titolo “Marketing etico negli stili di vita, perché l’informazione cura”.

Nel secondo giorno, sabato 18 settembre, il mondo accademico universitario si intreccia con quello delle aziende, infatti la mattina vede in programma 4 interventi che sviscerano il tema della Lifestyle Medicine e alle 12.30 la relazione “La batterioterapia: una nuova frontiera terapeutica nelle parodontopatie” tenuta dalla Dott.ssa Rossella Restignoli della NOOS, una delle aziende “gold sponsor” del Meeting.

Sede del convegno: Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo Facciali, Università di Roma Sapienza, Via Caserta, 6 – Roma

Programma Completo (clicca qui)

Per restare aggiornato visita il sito della Prof.ssa Gianna Maria Nardi (clicca qui) o il profilo Facebook (clicca qui)