61° Congresso Scientifico ANDI, per un odontoiatra consapevole e aggiornato

Intervista a
carlo-ghirlanda_foto
dr. Carlo Ghirlanda
Segretario Culturale Nazionale ANDI

Dr. Ghirlanda, l’attesa per il 61° Congresso Scientifico ANDI, al pari delle aspettative, continua a salire. Quale contributo ANDI si prefigge di dare, con tale evento, alla crescita non solo culturale della categoria?
È vero, la risposta che stiamo ricevendo in termini di consenso per l’intera manifestazione è realmente molto importante. Vale la pena soffermarsi sulla peculiarità del Congresso Scientifico nazionale ANDI rispetto ai tanti appuntamenti congressuali su argomenti odontoiatrici che sono annualmente organizzati in Italia: si tratta infatti di un evento a cadenza quadriennale, nel corso del quale l’Associazione propone ai propri soci una approfondita panoramica sullo stato più aggiornato delle conoscenze cliniche in tutte le branche odontoiatriche, valutate secondo il criterio della “odontoiatria dell’evidenza”, riferimento del percorso culturale svolto da ANDI nazionale nel corso di questo mandato dirigenziale. Una scelta innovativa, definita con lo scopo di fornire ai nostri soci un percorso di aggiornamento culturale continuo, legato a criteri obiettivi e lontani dalle mode del momento o da influenze commerciali.
Un ulteriore motivo di soddisfazione è la piena collaborazione ricevuta sul tema congressuale da parte di tutte le altri componenti attive, a vario titolo, nello svolgimento della prestazione odontoiatrica: il Congresso vede infatti la partecipazione dei dottori in igiene dentale, degli assistenti di studio odontoiatrico e degli odontotecnici titolari di laboratorio. Ognuna di queste figure, con sessioni appositamente dedicate, sarà presente con un proprio contributo scientifico nell’ambito del 61° Congresso Scientifico nazionale ANDI, a testimonianza di un settore che, ognuno con le proprie specifiche competenze, lavora unito per la salute orale dei cittadini.

CASA-ANDI

A proposito di Casa ANDI, vuole spiegarci nel dettaglio di cosa si tratterà e perchè nasce?
Casa ANDI è la rappresentazione fisica di quel mondo di attività, progetti e relazioni che ANDI pone quotidianamente in essere al servizio dei propri soci, e, più in generale, della odontoiatria italiana. Sarà un luogo di incontro, approfondimento e confronto: uno spazio per tutti coloro che vogliono riflettere sul momento attuale della professione, progettare soluzioni, conoscere le realtà e le differenze nello svolgimento della attività professionale di odontoiatra e nei suoi risultati sul territorio nazionale.
Casa ANDI vivrà tanti dibattiti su temi cogenti ed attualissimi, quali, ad esempio, i problemi del lavoro per il libero professionista, il confronto fra i sistemi di welfare odontoiatrico in Europa, le decisioni delle commissioni europee in tema di odontoiatria e sanità con le ricadute di tali scelte nel nostro paese, l’assetto del sistema previdenziale, i rapporti con il mondo dei fondi integrativi e del settore assicurativo, il sistema fiscale.
Casa ANDI sarà la vetrina di presentazione dei progetti ANDI già attivi e di quelli in fase di partenza, un momento di incontro fra le aziende partners di ANDI e l’estesissimo network ANDI, ponendosi come una opportunità di contatto e di progettualità immediata, unica nel nostro settore.
Casa ANDI è l’evento nell’evento, e costituisce una novità assoluta ed imperdibile per capire l’odontoiatria italiana, vivendola da protagonista.

invito-Congresso-DEF-2013-1

Vincenzo Marra